martedì 21 giugno 2011

DSQUARED2 MAN SS 2012

THE AMERICAN TOURIST: STORIA DI UN VIAGGIO
Approda in europa il turista americano targato Dsquared2 deciso a girare il vecchio continente nel tempo di un'estate, un viaggio in quattro tappe che ci porterà dalla Scandinavia a Londra, passando per l'assolata isola di Mykonos e la magnifica Firenze. Poco bagaglio ma scelto con cura. Pezzi facili da mixare che si adattano ad ogni latitudine e temperatura.

Scandinavia


Per il suo giorno in Scandinavia l'American boy di Dsquared2 sceglie di adottare un look sportivo, composto sovrapponendo capi facili per proteggersi dal vento: capi spalla leggeri, impermeabili e colorati maglioni e cappelli tricot, pantaloni fermati alla caviglia da calzettoni e scrponcini colorati



Ma le spiagge stupende e il mare cristallino di Myconos, spingono ben presto il nostro immaginario turista a lasciarsi alle spalle i meravigliosi fiordi norvegesi e l'aurora boreale. Cambio di paesaggio e di guardaroba: il nostro turista si trasforma sulle piagge greche. Esplodono i colori: hot pants, costumi, teli mare, cappellini e flip flop coloratissimi.


E' giunto ancora una volta il momento di partire, il nostro turista lascia l'isola e parte alla volta di Firenze, l'immancabile tappa culturale di ogni viaggio. Uno stile molto più italiano, raffinato e chic: abiti sartoriali, giacche doppio petto, pantaloni alla caviglia e sandali artigianali in cuoio. Tessuti preziosi come lino e seta e colori accesi.



Il nostro viaggiatore si appresta a raggiungere Londra, ultima tappa del suo lungo viaggio e adotta un look più mod, curato e alla moda, dal sapore desisamente più rock. Silhouette skinny, borchie, pelle, vernice e un tocco di animalier nelle stampe. I colori predominanti sono il rosso e il nero.
                                        

7 commenti:

Lollo B. ha detto...

Non mi sono mai piaciuti loro, trovo che siano tamarri e soprattutto la qualità dei tessuti non ha niente a che vedere con il prezzo esorbitante dei capi.

Lollo

Bimbi ha detto...

...Ciao Lollo I prezzi sono esorbitanti, sicuramente...io ho decisamente per un altro tipo di gusto ma abbiamo deciso di mettere queste foto, perche' in fondo trovo questa collezione varia, ma sopratt. mi piace il mood, l'idea del viaggiatore che a secondo di dove si trova cambia i suoi outfit...
Ciao e a presto :-) !!

PROGETTO I ❤ ME ha detto...

Uhmmm non trovo così esorbitante invece i prezzi...
Sono nella media dei brand di un certo livello!!
Ovviamente il solito discorso, paghi il nome e molto poco il capo in se!
Ma parliamo di DsQuared e non di H&M o Zara.. Trovo invece i prezzi di Zara a volte... molto più esorbitante rispetto alla qualità!!

Questa collezione e' molto bella e forse confronto a McQueen e Prada, e' molto più "vestibile"!

E poi.. Bellissimi i modelli;)

Un bacio

Anonimo ha detto...

I modelli sono fantastici...sono d'accordo...gli abiti carini talvolta...ma cerchiamo di capirci.Questa e' moda...per tamarri ricchi o per ragazzini viziati. Esattamente come Franye Morello in Italia che ne e'la copia...
Io mi occupo seriamente di MODA...e la moda e' altra cosa...per accorgervene guardate Prada e non sbaglierete mai.
Qui tra i post di questa stagione al momento solo Fujiwara merita attenzione.
La moda e' ricerca, introspezione, non e' sbattere un bel ragazzo a torso nudo in passerella...quello e'solo uno show. Inoltre i loro tessuti sono penosi...
So di cosa parlo.
Ciononostante il post e' carino e ben fatto, professionale come sempre...ma questo e' un altro discorso.
Bimbi fa anche bene a presentare questa parte di moda che a me non interessa assolutamente ,, ma che cmq vende...certo io piuttosto che comprare Dsquared ...o Frankie Morello...o altro analogo mi faccio rinchiudere da HM o da Zara.
Redoc e tutto lo staff.

Anonimo ha detto...

condivido...
La collezione Dsquared e' solo aiutata da aitanti giovanotti in passerella....
quando se la mette una persona normale diventa uno da TAMARRIADE...o una persona RIDICOLA...
Bello il post e bellissimo il blog, fa bene anche a parlare di questa moda che comunque, purtroppo, esiste...ma la moda e' un concetto un po' piu' alto...questa e' veramente penosa.
Pablo

Anonimo ha detto...

si si basta con Dolce e Gabbana, D squared, Frankie morello....siamo gia' una societa' abbruttita in tutto, nel linguaggio, nei costumi...ora anche la moda da veri TERRONI...ma non perche' sono nati al sud ( figuratevi io sono di Napoli)...ma perche' incarna un cattivo gusto da paese sottosviluppato dove tutto deve essere esibito.
Basta e viva la moda concettuale!
Ok per Prada, Fujiwara, Westwood e tanti altri non famosi...insomma viva un po di ricerca!!!!
Almeno noi che viviamo di moda, facciamo la differenza, su ragazzi...
Smettimola di parlare di questi disperati come se fossero dei geni...fanno una moda del K....
Bello il blog, comunque e bellissimi tutti i servizi.
Vincenzo

Anonimo ha detto...

vero!!
basta con questi stilisti che vestono belloni in passerella....gusto zero!
Poi quando le persone normali vestono in questo modo sembrano dei deficenti...nessuna ricerca...solo cattivo gusto.
Brava la blogger in ogni caso...
Marta

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...